“GRAZIE CORONA VIRUS”

Il mondo si divide in tre parti

Coloro che hanno paura del corona virus e si fanno dominare da questa paura.

Coloro che non né hanno paura ma sfruttano la paura degli altri esclusivamente per un proprio tornaconto

Coloro che hanno coraggio (che non vuol dire non avere paura) e lo affrontano correttamente.

Coloro che si limitano a comprare mascherine a 40 euro o amuchine a 104 euro o svuotano i supermercati, fanno parte del primo gruppo

Coloro che sono esclusivamente intenti a vendere mascherine a 40 euro, amuchine  a 104 euro speculando a danni di altri dando per esempio la colpa dell’epidemia agli “immigrati” (ma quanto cazzo di schifo fate?) o fanno le truffe alle vecchiette spacciandosi per operatori sanitari, fan parte del secondo gruppo.

Coloro che basano le proprie scelte sui dati, fan parte del terzo.

La Fine delle Pandemie.

Di fare approfondimenti storici non ho voglia e tempo.

Basti solo sapere che non conosciamo più una pandemia da 50 anni ed è molto improbabile che ve ne sia una nel futuro. 

Si esatto, hai capito bene. 

L’umanità si è liberata probabilmente del problema “pestilenze” PER SEMPRE.* e non abbiamo motivo di pensare diversamente.

Ma non voglio parlare di questo

Voglio limitarmi ad una cosa:

Ringraziare il corona virus

Coloro che non vedono l’intento provocatorio di questa affermazione devono sapere che vi voglio bene ma non è un problema mio.

Il rispetto per i morti o malati che ho io non lo ha nessuno. 

Dico che magari continuando a leggere un pizzico sarà semplice scoprire che non si è poi dei gran geni se si basano le proprie idee solo su dei pregiudizi.

A me preme raccontarvi due motivi per dire “grazie” all’effetto che si è creato intorno “Corona Virus!”

1. Ci ricorda il fatto che, basandoci sui dati, la strada per il progresso non è solo tracciata ma difficilmente qualcuno potrà fermare l’umanità dal percorrerla

Questa storia (sinceramente anche particolarmente tediosa) del Corona virus ci ricorda che nella guerra tra scienza e malattie infettive da un bel po’ di tempo l’uomo vince perché ha dalla sua la Scienza.

Non sono solo Nuovi farmaci o nuove tecnologie a fare della peste Nera fino alla SARS ed al corona virus solo delle parentesi temporali di scarso interesse.

È l’efficacia del modo in cui costruiamo nuovi farmaci e tecnologie ad essere spaventoso (nel senso positivo).

A parte che stiamo già testando il vaccino sugli uomini in tempi record per la storia della medicina: Pronto il vaccino contro coronavirus negli USA: titolo Moderna vola Da Investing.com

Quella che è anche interessante sono le tecnologie che abbiamo a disposizione come potenza di fuoco per prevenire: Coronavirus: la Cina usa la tecnologia contro Covid-19, dai droni al riconoscimento facciale

E questo è solo l’inizio

L’altro motivo per cui voglio ringraziare il Corona Virus è che ci ricorda che:

2. Le vere malattie non sono quelle infettive ma quelle psichiche (o la scarsa consapevolezza delle predisposizioni ad averne)

Patologie quali la gratificazione istantanea, lo sovra stimolazione emotiva, la paranoia compulsiva, la presunzione arrogante e l’analfabetismo funzionale  rendono l’essere umano un misto tra una topo che si infila dentro una trappola piena di pesticidi convinto di essere l’unico ad aver trovato il formaggio ed una spocchiosa Maria Antonietta prossima alla decapitazione.

Prendiamo il mondo imprenditoriale

Corona Virus is the new “ci aggiorniamo” ovvero un modo per reiterare all’infinito ed avere una scusa per non lavorare lamentandosi.

Oppure fonte di preoccupazioni ingiustificata per non prendere tempo.

E questo vale per tutti, dal collaboratore fino al management.

Grazie al Corona Virus poi si è fatta luce sul telelavoro anche questo vittima di un buio creato da un bias imprenditoriale del capitalismo come lo abbiamo conosciuto.

180 milioni di bambini cinesi sono andati a Scuola Online e tanti altri milioni di lavoratori lo stesso: In Cina 180 milioni di studenti sono tornati a scuola. Online – Repubblica.it

Conclusioni

Poiché pandemie e malattie infettive sono sotto controllo 

Poiché se ci basiamo sui dati e sul metodo scientifico, in qualsiasi campo il progresso è pressoché assicurato (dalla medicina fino alla gestione aziendale)

Poiché i veri problemi a cui non siamo preparati sono i nostri bias cognitivi individuali e di massa quando prendiamo decisioni come non incentivare il tele lavoro ove possibile.

Ecco cosa fare:

1. Conoscere la storia ovvero Studiare

2. Conoscere il metodo scientifico ovvero Studiare

3. Conoscere se stessi e gli altri ovvero Studiare

Una volta che hai studiato poi, c’è la cosa più importante da fare è che viene spesso dimenticata e che ti consiglio vivamente di considerare senza indugi cioè applicare operativamente quanto studiato

In altre parole:

A-N-D-A-R-E-A-L-A-V-O-R-A-R-E

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 12 =