Riserva di Randello

4 Giorni veloci come un tuffo a mare, un tuffo nel passato e nel futuro: Le mie Ferie (?) 2015.

Vi racconto brevemente 4 giorni di Agosto a Ragusa. La mia Estate in breve tra amici vecchi e nuovi e familiari (tutti fortunatamente).

  1. Giorno 12: il compleanno.

  2. Il giorno del mio compleanno lo vivo sempre allo stesso modo: sono triste, quest’anno poi in particolar modo.

    Il motivo? presto detto.

    Synkrisis, il paragone tra la propria vita e quella di qualcun altro che, di anno in anno, la tappa “compleanno” perpetua. La synkrisis è tema letterario antico. Famose sono quelle di Plutarco nella sue “Vite Parelle” per dire.

    Synkrisis accentuata dalla lettura scelta per la vacanza: La storiografia di Giulio Cesare di Canfora.

    Se ve lo state chiedendo: lo avevo comprato al liceo ed ero rimasto a metà. E non mi va di lasciare le cose a metà… 😀

    Brevissimo accenno alla storiografia.

    Interpretazione anti-deterministica ricca e coerente.

    Non un male (né un bene) necessario, la storia di Cesare è frutto di una tattica politica straordinariamente consapevole fin da giovane età. Ricco e costante rimando alle fonti utilizzate.

  3. Giorno 13/14: Spiaggia, Marzamemi e amici

  4. Può sembrare un titolo scontato ma non lo è: sopratutto alla luce del fatto che non frequento la spiaggia tantissimo ormai.

    E poi? Poi gli amici

    Dopo aver lavorato la mattina (avevo messo non a caso il punto interrogativo accanto alla parola Ferie) mi sono deciso: “otium letterario” in spiaggia e organizzazione per il ferragosto.

    Vi sembro lapidario? la realtà è che ci sono troppe cose da dire

    Se non fosse stato per le due ore (e qualcosa) di strada per Marzamemi, questo Ferragosto sarebbe stato perfetto. Ritrovarsi con gli amici è sempre bello ogni volta. Anche questo può sembrare banale ma lavorando tutto l’anno magicamente non lo diventa.

    Era la prima volta che andavo a Marzamemi è devo dire che quantomeno è unica. Per il resto sospendo il giudizio: sono andato probabilmente nel momento peggiore. C’erano tantissime persone, troppa confusione per capirci qualcosa.

  5. Giorno 15: riunione di Famiglia

Sono riuscito ad organizzarmi anche per una mangiata con tutta la famiglia al completo (o quasi, solo lato materno)

Mia cugina Giorgia e il suo ragazzo, (simpaticissimi), mia cugina Giulia, Mia Zia e mio Zio Giuseppe, le mie sorelle Erica e Alessia, mia nonna, Mia Zia Concetta e Zio Salvo, insomma non mancava nessuno.

Non ricordo quanto ho mangiato

Braciole di pollo, carne di cavallo, pane con la salsiccia. In quantità industriali. Insomma una classica cena siciliana. Ma la vera sorpresa è stata l’ultima passeggiata alla riserva di Randello (vedi foto sopra). Al tramonto è da mozzare il fiato. Poi avevo anche la compagnia giusta.

Ritorno

Questa mattina alle 6:30 la sveglia è suonata, autobus e si torna a Catania.

Ho cercato di incotrare quante più persone possibile in questi 4 giorni ma non ci sono riuscito, ne avrei volute incontrare molte di più. Tutto sommato però sono contento, mi poteva andare peggio. Si torna (!) a lavoro.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 20 =