“300” motivi per scegliere chi RIESCE a fare veramente lavoro di squadra

Nel 490 a.C., a Maratona, in Grecia, sbarcarono 15000 persiani.

Qui avrebbero fronteggiato 11000 ateniesi.

Numericamente più deboli, i greci avevano un grande vantaggio: la falange.

Ogni soldato greco impugnava il suo scudo in modo da sovrapporlo a quello del suo vicino, proteggendo per metà se stesso e per metà l’uomo alla sua sinistra.

In quella battaglia 6000 persiani persero la vita, mentre solo 200 furono le perdite ateniesi.

10 Anni dopo Leonida, il re di Sparta, affrontava nuovamente i persiani nelle Termopili con soli 300 uomini facendo ritardare di 7 giorni l’avanzata persiana.

Questo evento è stato reso famoso anche dal film “300”

Sia a Maratona che nelle Termopili, l’efficacia della tattica militare di lavorare all’unisono e mantenere le forze concentrate in un punto è stata dimostrata.

Non so perché ma questa storia mi fa pensare all’importanza del lavoro di squadra.

Questa riflessione mi è capitata tra le mani pomeriggio mentre cercavo un passaggio che mi interessava in “La Guerra del Marketing” di Al Ries.

A volte penso che questi esempi antichi in realtà siano troppo distanti ed inutili.

Sono passati più di 2000 anni!

Cosa possono insegnarci delle persone che hanno vissuto un epoca così lontana rispetto alla mia, che vivo con lo smartphone, viaggio in aereo?

Cosa ci può essere di così importante da sapere su questo argomento su cui non ha già riflettuto qualcun altro?

Difficile ribattere a queste affermazioni.

Ragioniamo come fossero vere.

Ammettiamo che la storia sia noiosa (come questo post), che non valga la pena leggerla (come questo post), e che insomma è meglio accendersi la tv e spaparanzarsi sul divano (anziché leggere questo post).

In questo mondo ipotetico avrei comunque un lavoro e dovrei sempre aggiornarmi

Fin qui intesi.

Ora aggiornarsi significa studiare e capire come gli altri hanno risolto quel problema prima di me e testare se quella soluzione funziona anche nel mio caso.

Ripeto:

capire come gli altri hanno risolto quel problema prima di me e testare se quella soluzione funziona. Anche per me.

mmm

Aspetta un attimo, ma questa è proprio la definizione di “Storia”.

Ok

Abbiamo ragionato per assurdo.

Probabilmente sei una persona intelligente, equilibrata e più ambiziosa di chi pensa che la storia sia noiosa ed inutile.

Sei magari un imprenditore o un libero professionista o magari, semplicemente hai un sogno nel cassetto, hai una visione tutta tua del mondo e vuoi fare in modo che si realizzi.

Per questo motivo sai che la “Storia è maestra di vita” e che bisogna sempre sapere cosa gli altri hanno fatto prima di noi.

Parlo per me.

Penso negli ultimi 5 anni di aver fatto fallire tanti di quei progetti e idee imprenditoriali personali da non poterli contare con le dita che ho a disposizione.

Tutto a causa di quel credere di potercela fare da soli, l’esigenza di controllare ogni cosa.

Se non avessi creato una squadra a supporto oggi avrei fatto fallire anche l’ultimo progetto.

Fortunatamente non ho iniziato neanche a lavorare senza aver prima “incontrato” la squadra giusta.

Se lo avessi fatto avrei fallito, come le altre volte.

Perché se non hai una falange non servono 15000 persiani per abbatterti.

Molto semplicemente non puoi neanche iniziare a combattere.

Creare “un allenza di cervelli” è l’unico modo per realizzare il proprio sogno.

Questa convinzione ormai scorre così saldamente nelle mie vene e nel mio agire quotidiano che la promuovo spesso, anche nel mio lavoro.

Se c’è un motivo per cui sconsiglio vivamente agli imprenditori di lavorare con un freelance per il web marketing è perché me lo hanno sussurrato alle orecchie 11000 ateniesi, 2000 anni di storia, e qualche fallimento personale.

L’unico modo per aiutare (con coscienza e seriamente) un azienda, è quello di avere una squadra che si muova come fosse un corpo solo, che ti protegga quando ne hai bisogno SUBITO.

Per realizzare una cosa del genere ci vogliono anni, se il tentativo non fallisce prima.

Con www.stuzzicadentity.com sono anni che lavoriamo per migliorare ed essere quanto più armoniosi nel lavoro di squadra, ma siamo consapevoli che è un lavoro che richiedere tempo e la pazienza non ci manca.

Mettiamo umilmente in discussione ogni processo, tocchiamo con mano cosa non va e lo sistemiamo prima di subito.

Cambiamo qualcosa ogni giorno per migliorare.

E questo ci rende sempre più fiduciosi del fatto che, ogni giorno, la Vittoria si avvicina sempre di più.

E se credi nel lavoro di squadra, anche la tua Vittoria è più vicina che mai.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × cinque =